LADIES ITALIAN OPEN Presented by RUCOLINE

PERUGIA dal 27 al 29 Giugno 2014

ladieseuropeantour.com

E’ in piena fase organizzativa l’Open d’Italia Femminile, che torna nel calendario del Ladies European Tour dopo tre anni. La 24ª edizione è in programma sul percorso del Golf Club Perugia (nella foto) da venerdì 27 a domenica 29 giugno e sarà preceduta giovedì 26 da una pro am nella quale si potranno ammirare in anteprima buona parte delle proettes che poi saranno protagoniste del torneo, mentre il giorno successivo il pubblico, per il quale l’ingresso sarà gratuito, potrà seguirle nelle operazioni di rifinitura nell’ultima giornata di prova campo. L’evento sarà presentato nel corso di una conferenza stampa che avrà luogo giovedì 19 giugno ore 11.00 presso il Salone d’Onore di Palazzo Donini a Perugia.

Dopo la pausa con la quale si era interrotta la lunga storia dell’Open, entrato nel circuito sin dal 1987 con il debutto al GC Croara, ora si vuole ridare continuità alla manifestazione, uno dei temi principali sui quali si è basato l’accordo stilato tra la Federazione Italiana Golf e il Ladies European Tour.

Per la ripresa la FIG ha scelto Perugia e l’Umbria, ritenendole particolarmente vocate alla pratica golfistica, elaborando un progetto basato sulla valenza strategica del Ladies Italian Open, progetto che ha tra i suoi obiettivi più significativi la promozione finalizzata sia al reperimento di nuovi giocatori che all’incremento del turismo golfistico. E la Regione Umbria e il Comune di Perugia, intervenendo come partner istituzionali, ne hanno compreso pienamente l’importanza e hanno recepito come le manifestazioni internazionali di alto profilo siano il miglior viatico per valorizzare ulteriormente il proprio territorio con l’ausilio di una rimarchevole visibilità mediatica. Promozione nel mondo, perché le immagini dei network non hanno più confini e potranno dare uno spaccato delle potenzialità ricettive, organizzative, strutturali e turistiche con specifico riferimento al golf della regione, e sul comprensorio, poiché vedere all’opera grandi campioni o campionesse stimola indubbiamente lo spirito di emulazione. E a maggior ragione se ciò accade in un’area in cui i margini di crescita, quanto a  golf giocato, sono notevoli e difficilmente quantificabili.

Non sono state solo le istituzioni a sensibilizzarsi per dare sostegno dell’avvenimento, inserito tra le prove dell’Italian Pro Tour, il circuito delle gare nazionali allestito dal Comitato Organizzatore Open Professionistici di Golf della FIG, ma anche importanti aziende alcune delle quali operanti in terra umbra come il gruppo Rocchetta, società molto attenta a sostenere lo sport in generale e che produce Uliveto, acqua ufficiale del torneo; Liomatic, specialista nel campo dei distributori automatici di bevande/caffè; Relais dell’Olmo, hotel ufficiale, e Tonino Lamborghini Energy Drink. Nel pool anche San Paolo Invest, title sponsor della Pro Am, Jaguar, official “automotive”, e John Deere, fornitore ufficiale.

Nell’occasione saranno in atto due interessanti collaborazioni. Le atlete potranno usufruire del servizio di fisioterapia Physio Team con due fisioterapisti a loro completa disposizione, mentre Golfmeteo fornirà previsioni meteorologiche dettagliate con aggiornamenti in tempo reale attraverso una sequenza di immagini in alta risoluzione trasmessa su monitor posizionati all’interno e all’esterno del circolo.

Il GC Perugia sarà nuovamente al proscenio in Europa, dopo essersi proposto nel 2013 con l’Umbria Open (Alps Tour), che ha sottolineato la bontà delle strutture e del tracciato, ora sottoposto agli ultimi ritocchi per un appuntamento di ulteriore qualità.

E’ ancora presto per dettagli sul field, ma si annuncia assolutamente di peso per la presenza di alcune tra le più quotate proette straniere e di tutte le migliori italiane. Saranno al via, infatti, Giulia Sergas, Diana Luna, Stefania Croce, Margherita Rigon, Sophie Sandolo insieme alle altre azzurre impegnate nel LET Access, il secondo circuito femminile europeo. In particolare Giulia Sergas è stata tra le protagoniste al GC Il Picciolo, nel 2011, dove lasciò strada proprio nelle ultime battute all’estrosa americana Christina Kim. Terza fu Stefania Croce a conferma di una tendenza che negli anni 2000 ha quasi sempre visto le giocatrici italiane al proscenio, ma senza raggiungere la vittoria. Una tradizione negativa che potrebbe cadere proprio sull’impegnativo percorso perugino.